La migrazione post-riproduttiva

foto 012Il primo migratore migratore a lungo raggio ad essere inanellato durante il viaggio che lo porterà, non senza rischi, a svernare nell’Africa equatoriale, è il Luì verde (Phylloscopus sibilatrix). E’ un silvide che frequenta i boschi misti di latifoglie dell’area alpina ed appenninica, dove si nutre di insetti sulla vegetazione.  In Umbria la nidificazione è probabile nell’area che va dal Mte Cucco al M.te Catria, e comunque a quote comprese tra i 1000 ed i 1500 metri di quota. Un individuo giovane, alla sua prima migrazione è stato inanellato a Titignano il 4 agosto e pesava 10,2 grammi.06-09-2010 8.33.55_0001

E sempre nata nell’anno in corso era la Bigiarella (Sylvia curruca), inanellata il 6 settembre.

In Italia è nidificante solo nell’arco alpino ed anche lei, con i suoi 13,5 grammi di peso, diretta verso le aree di svernamento situate in un ampia zona che va dall’Africa sub-sahariana  all’Asia sud-occidentale.

Anche il Beccafico (Sylvia borin) è arrivato nella prima decade di settembre, alcuni aveva già accumulato molto grasso, e sono stati i più frequenti migratori trans-sahariani inanellati a Settembre. In Italia la distribuzione della specie beccaficoriguarda in maniera discontinua l’arco Alpino e con presenze occasionali sull’Appennino centrale, Umbria compresa.

Non è certa invece la nidificazione in Italia , nell’area alpina centro-orientale, del Canapino maggiore (Hippolais icterina), l’ultimo delle specie migratrici a lungo raggio inanellata nel m16-09-2010 8.10.49_0006ese di settembre.

Le ricatture in Italia di individui inanellati all’estero, rivela un’origine centro-europea degli individui che transitano lungo la nostra Penisola durante la migrazione post-riproduttiva .

Tutte queste specie sono insettivore, legate ai boschi ed ai cespuglieti nei periodi di nidificazione. Sono migratrici notturne e nelle soste vanno alla ricerca di piccole bacche, ricche di grassi, necessarie per soddisfare il fabbisogno energetico della migrazione.

Annunci

Informazioni su Centro Studi Ornitologici "Antonio Valli da Todi"

Associazione iscritta al Registro Regionale delle associazioni di promozione sociale
Questa voce è stata pubblicata in Stazione di inanellamento. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...