Dicembre

Questa è l’immagine che abbiamo scelto per il mese corrente. E’ la tabella di delimitazione dell’area protetta che si può vedere lungo la strada che collega Todi a Orvieto, la ss. 79 bis.

L’abbiamo scelta per denunciare quanto è accaduto domenica 5 dicembre. Rappresenta l’immagine che il Parco Fluviale del Tevere affida ai suoi ospiti.  Un ambiente ferito, oltraggiato dai comportamenti dell’uomo, che ha lasciato sconcertati quanti si trovavano alla Stazione di Inanellamento, gli ospiti dell’Agriturismo ed i visitatori dell’area protetta.

Quello che è successo è semplice da raccontare, chi vive da queste parti sa cos’è la caccia al cinghiale. Già dalla mattina presto si sentivano abbaiare i cani impiegati dai cacciatori per la caccia al cinghiale ai confini dell’area protetta.  I latrati sono andati avanti per ore,  sempre più vicini, fino a che un gruppo di cani ha invaso la stazione di inanellamento, causando danni alle attrezzature ed alla fauna presente.

Siamo senza parole, dal nostro punto di vista quanto accaduto è un fatto grave; ricordiamo che la Stazione ornitologica a Titignano si trova nel Parco Fluviale del Tevere, in una Zona a Protezione Speciale che fa parte della rete europea Natura 2000;   http://www.minambiente.it/home_it/menu.html?mp=%2Fmenu%2Fmenu_attivita%2F&m=Rete_Natura_2000.html

Che ci fanno i cani da caccia in un’area come questa ? Semplice, ti senti rispondere, i cani non sanno leggere le tabelle ed inseguono gli animali anche dentro quell’area che dovrebbe essere tutelata con particolare riguardo. Ma se i cani non sanno leggere, che pensare dei lori padroni, avranno compreso cosa è e perchè è stata istituita una ZPS ? Si saranno accorti del crescente degrado ambientale che ha portato i Paesi Europei a sentire la necessità e l’urgenza di istituire una rete di aree naturali protette ? Se da una parte è evidente la necessità di maggiori controlli per evitare che quanto accaduto possa ripetersi, questa storia dovrebbe far riflettere sulla necessità di un cambiamento culturale, che a quanto pare non è avvenuto in 15 anni dall’istituzione del Parco. Perché quanto è accaduto manifesta una scarsa attenzione, se non proprio un’aperta ostilità o una totale indifferenza nei confronti dell’area protetta. Qui è un pò come se il Parco non ci fosse mai stato e in effetti, in 10 anni di scuola a Todi, nessuno dei nostri figli ha mai sentito parlare del Parco e sono pochi i ragazzi, che crescendo in questo territorio conoscono la ricchezza biologica che viene, a fatica, protetta.  E come ci sembra di capire, a questa ricchezza non sembra interessata neanche la Provincia di Terni, sotto la cui giurisdizione ricade una parte del Parco Fluviale del Tevere, in quanto l’Atlante degli Uccelli nidificanti nei Parchi Regionali, che sarà presentato lunedì prossimo, non contiene informazioni relative alle aree protette situate in questa Provincia. In assenza di informazioni di base e senza i dati raccolti dai monitoraggi,  è difficilmente ipotizzabile una gestione delle risorse naturali e del territorio che consegni alle future generazioni un ambiente non degradato ma ancora ricco di biodiversità. In assenza di un processo di crescita culturale che contribuisca a modificare i comportamenti umani attualmente non più sostenibili per gli impatti negativi sulle risorse e sul territorio che ne conseguono, sarà difficile garantire alle future generazioni una buona qualità della vita considerando che questa è strettamente collegata alla qualità dell’ambiente, che vogliamo sperare, sia in futuro gestito con maggiore coscienza ed attenzione.

Annunci

Informazioni su Centro Studi Ornitologici "Antonio Valli da Todi"

Associazione iscritta al Registro Regionale delle associazioni di promozione sociale
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...