Passata la piena restano i danni

Alcuni giorni dopo la piena che ha interessato l’Umbria ai confini con il Lazio, dove il Tevere ed alcuni affluenti, come il Paglia ed il Nestore  hanno esondato provocando ingenti danni all’economia locale, ecco come si presenta l’Oasi di Alviano.

Portata ad esempio in Europa come modello di gestione capace di coniugare lo sviluppo di un turismo sostenibile, la tutela della biodiversità e l’educazione ambientale,  l’Oasi è per tutti la possibilità di un incontro, di una passeggiata, di una gita.

Per renderla di nuovo agibile servirà molto lavoro, e se volete partecipare anche voi trovate tutte le indicazioni necessarie sulla pagina facebook dell’Oasi

Annunci

Informazioni su Centro Studi Ornitologici "Antonio Valli da Todi"

Associazione iscritta al Registro Regionale delle associazioni di promozione sociale
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...