La non sostenibilità dei mega impianti eolici; testimonianze e pubblicazioni

distruzione ambiente eolico

Ci sarebbe da parlarne per ore, chiedendosi anche il perchè dopo gli studi e le pubblicazioni dell’ISPRA, sapendo perfettamente che il progetto del Parco Eolico nello STINA è anti-economico e distruttivo, stiamo ancora qui a discuterne.

Una cosa è certa: in Umbria ci sono due Province (ma non le dovevano abolire?), Perugia e Terni. La prima investe sulle ricerche faunistiche per ottenere le informazioni necessarie alle gestione delle aree protette e partecipa a programmi di ricerca europei, la seconda no.  I problemi che riguardano l’ambiente nella regione vengono affrontati a compartimenti stagni, e così il progetto del “parco eolico” nel Sistema di Interesse Naturalistico Ambientale (STINA) non valica il crinale del monte Piatto e non riesce neanche a passare neanche lungo la valle del Tevere, per le gole del Forello. Da una parte del crinale (provincia di Terni) i sindaci cercano di impegnarsi su un fronte comune, dall’altra come ad esempio Todi, in provincia di Perugia, che a noi risulta interessato dallo  STINA, tutto tace.

Annunci

Informazioni su Centro Studi Ornitologici "Antonio Valli da Todi"

Associazione iscritta al Registro Regionale delle associazioni di promozione sociale
Questa voce è stata pubblicata in Eolico sul Peglia, Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...